Presbiterio

Don Vincenzo compie un anno di parrocato nella nostra comunità

Messaggio di augurio della comunità

Rev.mo Padre Vincenzo Ad una anno dal tuo insediamento in questa Parrocchia vogliamo esprimerti il nostro grazie per avere accettato di diventare il nostro parroco e di averci dimostrato il tuo amore per tutti noi. Per questo nel ringraziare il Signore per questo dono ti chiediamo di aiutarci ad essere ancora più una comunità unita, fraterna e solidale tra noi e sul territorio. Da parte nostra ti offriamo tanta buona volontà, collaborazione e disponibilità a continuare insieme il cammino che di volta in volta ci vorrai indicare, accogliendoci reciprocamente come dono della Provvidenza. Certo hai già lavorato molto e siamo consapevoli di chiederti ancora - stai tranquillo — nessuno di noi pretende miracoli, ci basterà sapere e “sentire” che un uomo di Dio, un Pastore secondo il cuore di Gesù (come diceva il santo Curato D’Ars) cammina accanto a noi. Caro don Vincenzo non resta quindi che prenderci per mano e continuare il nostro cammino terreno insieme, noi siamo fiduciosi e illuminati dallo Spirito Santo e costantemente sotto la protezione di Maria S8. Del Rosario che in questo santuario veneriamo con ardore, siamo sicuri che ce la faremo. Auguri vivissimi Padre Parroco e grazie infinite per quello che fai. 

La Comunità

Stampa Email

Primo ritiro di Quaresima con don Vincenzo

Cara Comunità, giorno 1 Marzo, si è svolto nell’Istituto San Francesco, il primo ritiro Quaresimale con padre Vincenzo. Abbiamo iniziato verso le 9:00 nella Cappelletta dell’Istituto dove abbiamo recitato le Lodi Mattutine, quindi ci siamo spostati nel salone dove con il nostro Diacono Mario abbiamo letto e commentato una riflessione del nostro Papa Francesco sulla Quaresima e un testo sempre sulla Quaresima del movimento Opus Dei. Dopodiché dopo un momento di pausa ci siamo nuovamente riuniti nella Cappelletta con dove durante l’Adorazione, con il nostro Diacono e il nostro parroco don Vincenzo, abbiamo meditato i temi di Gesù Sorgente di Acqua Viva, Gesù Luce del Mondo e Gesù Vita e Risurrezione con testi del Vangelo, riflessioni e preghiere. Alle 14:00 circa dopo un momento di convivialità per il pranzo comunitario, sempre nella Cappelletta abbiamo recitato l’Ora Media e abbiamo concluso il Ritiro con la Santa Messa. Infine, dopo aver salutato le suore che con tanta generosità ci hanno accolto, siamo ritornati a casa carichi di emozioni e qualche riflessione in più che ci aiuterà nella nostra vita Spirituale.

Stampa Email

Il Parroco

19Don Vincenzo Catalano
E' nato a Ciminna (Pa) l'11 aprile del 1958. Diplomato all'Istituto Magistrale, si e formato presso il Pontificio Seminario Romano maggiore (Roma). Fequentando la Pontificia Universita' Lateranense (Roma), ha conseguito il Bacellierato in Filosofia e Teologia. Successivamente consegue il diploma di specializzazione catechetica, presso l'Istituto San Tommaso di Messina, aggregata alla Pontificia Universita' Salesiana (Roma). E' stato Ordinato a Palermo dal Card. Salvatore Pappalardo il 12 aprile 1991.

Incarichi:
Vicario parrocchiale presso la parrocchia Maria SS.
Addolorata in Aspra - Bagheria (Pa).
Parroco della Parrocchia S. Giuseppe in Campofelice di Fitalia (Pa).
Parroco della Parrocchia S. Giorgio M. in Vicari (Pa)
Parroco della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria in Misilmeri.
E' diventato parroco della Parrocchia-Santuario Maria Ss. del Rosario di Pompei in Cruillas - Palermo il 30 novembre 2014

 

Stampa Email

Un cuore nuovo


Ritiro001Domenica 16 marzo - Cara Comunità, oggi noi ragazzi con le rispettive famiglie, le catechiste e padre Massimiliano, ci siamo dati appuntamento per il Ritiro Spirituale di Quaresima nell’Istituto San Francesco.

Qui ci siamo inizialmente riuniti nel salone, dove abbiamo recitato le preghiere iniziali e ai bambini è stato dato un sasso,simbolo del peccato, mentre a noi adolescenti ci è stato dato un bicchiere contenente della terra e un seme simbolo del nostro cuore, dopodiché ci siamo divisi in più gruppi.

Leggi tutto

Stampa Email

La Recita dei Ragazzi


2 of 3.1Palermo 4 gennaio 2014 - Alle ore 21,00 i ragazzi di tutti i gruppi del catechismo hanno rappresentato una recita, ecco la presentazione letta dal piccolo (ma grande!) Benedetto: Caro Parroco, cari genitori e cara comunità buona sera! Anche quest’anno abbiamo voluto intratternervi per qualche oretta con una recita dal titolo”Buon natale in cento lingue” il cui protagonista è il piccolo Federico, che alla vigilia di Natale, è tutto preso nell’allestire il presepe però si accorge che mancano i re magi.

Leggi tutto

Stampa Email

Che Ritiro!


Domenica, 01 dicembre 2013  - Insieme ai bambini del catechismo e ai genitori ci siamo riuniti tutti in un’altra parrocchia, dalle suore del Sacro Cuore. Entrando nelle nostre aule, le catechiste ci hanno fatto trovare le luci spente, la bibbia su della paglia e tutte attorno delle candeline accese che donavano un’atmosfera di pace.

Leggi tutto

Stampa Email

La Festa Patronale

Processione2012.008A causa della data delle elezioni europee ufficializzata dopo aver stabilito e comunicato alla famiglie le date delle prime comunioni dei bambini, la festa della Madonna prevista per il 25 maggio ha dovuto retrocedere al 4 maggio. Questa “costrizione” purtroppo ha mortificto un po’ sia l’aspetto della comunicazione della festa, sia la praparazione spirituale, considerando oltretutto la data della Pasqua troppo alta. Ad ogni modo, viste le tristi condizioni economi- che delle famiglie e anche della parrocchhia, i festeggiamenti si concretizzano quest’anno nell’aspetto soltanto religioso secondo il seguente programma:

Leggi tutto

Stampa Email

La "Candelora"


1655856 677404818968855 1246029323 n1Domenica 2 febbraio la Chiesa Cattolica ha celebrato la presentazione di Gesù al Tempio di Gerusalemme. Popolarmente chiamata festa della "Candelora", il termine Candelora (o Candelaia) deriva dal latino "candelorum" o "candelaram" cioè benedizione delle candele. La candela è simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme. La festa è anche detta "Purificazione di Maria", in quanto la Vergine Maria seguì il rito di purificazione dopo aver dato alla luce Gesù, in conformità con la legge mosaica.
La mattina alle ore 10:15, presso il cortile del condominio in Via Ignazio Sgadari, mentre piovigginava, Padre Massimiliano tradizionalmente ha benedetto le candele accese dei fedeli parrocchiani e subito dopo in solenne processione la comunità si è avviata al Santuario dove ha celebrato la Santa Messa.

Stampa Email

Giovani e anziani una sola famiglia


Palermo 21 dicembre 2013 - Cara Comunità noi ragazzi del gruppo IRDC, insieme a padre Massimiliano e al diacono Mario, siamo andati a portare un po’ di gioia alla comunità di alloggio per anziani di via Cruillas. Appena arrivati, siamo stati subito accolti con entusiasmo dai vecchietti e dal personale, che si è dimostrato molto disponibile, mostrandoci dove potevamo sistemarci per provare i canti.

Leggi tutto

Stampa Email

Giuseppe e Valentina insieme con il cuore

Giuseppe e Valentina coroneranno il loro sogno d'amore martedì 3 settembre presso il nostro Santuario insieme a tutta la comunità che li ama. Sempre proattvi e disponibili per tutti Giuseppe e Valentina rappresentano un riferimento per noi parrocchiani. Siamo certi che la Vergine Santa saprà proteggerli sotto il suo manto e dirigerli verso il loro cammino d'amore e di speranza. Augurissimi

Stampa Email

Alla Regina del Rosario di Pompei

O Maria, Regina del santo Rosario, onore del popolo di Cruillas in mezzo al quale hai stabilito il tuo Santuario, piccola Pompei nella città di Palermo, rallegrati! O Trono di Grazia e di Misericordia sul quale siede re il Salvatore del mondo, inginocchiati anche noi ai tuoi piedi con san Domenico e santa Caterina a te rivolgiamo i nostri occhi. Il tuo dolce sguardo proteso verso di noi, espressione tangibile della tenerezza di Dio che si china sulla terra per ascoltare le preghiere e i gemiti dell’umanità sofferente, ci dà la certezza di non essere respinti! Le corone del rosario che pendono dalle tue mani e da quelle del tuo divin Figlio sono segni inequivocabili che ci invitano a sperimentare la potenza della preghiera del cuore, ci spingono a coltivare la comunione ecclesiale e ci consegnano l’urgenza di un mandato missionario che muova le nostre comunità cristiane ad uscire da sé stesse con la stessa ansia con cui tu lasciasti Nazareth per “raggiungere in fretta una città di Giuda”. Numerose sono le “città” dell’uomo che attendono la nostra visita. Perciò, con le parole di un canto, quasi volendo interpretare il messaggio del tuo gesto, così rispondiamo al tuo desiderio di Madre premurosa e sollecita: “La tua corona di rose vogliamo essere noi, una corona di figli tutti tuoi! La tua presenza nel mondo si compia attraverso di noi come un canto di lode senza fine!”.O Rosario benedetto di Maria, catena dolce che ci rannodi a Dio, ottienici dal tuo Gesù il dono dell’unità e della pace. Annodati gli uni agli altri come un'unica catena, vogliamo diffondere dappertutto il profumo della comunione fraterna. E sapendo che il camminare insieme è la nostra forza, vogliamo essere “la rete” della parabola evangelica con la quale Gesù ci chiama a diventare “pescatori di uomini” ma anche a catturare il male del mondo che intralcia l’avvento del Regno di Dio. O Regina del Rosario di Pompei, o Madre nostra cara, o Rifugio dei peccatori, o Sovrana consolatrice dei mesti, sii ovunque benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. Amen.

A chi i cuori? A Maria! Un solo grido: Viva Maria! Con approvazione ecclesiastica

La Dedicazione delle Mura

Riapertura del Santuario

Don Vincenzo nostro Parroco

Una Grande Retata d'Amore

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies