Un cuore nuovo

Scritto da Antonio Bommarito. Pubblicato in Comunità


Ritiro001Domenica 16 marzo - Cara Comunità, oggi noi ragazzi con le rispettive famiglie, le catechiste e padre Massimiliano, ci siamo dati appuntamento per il Ritiro Spirituale di Quaresima nell’Istituto San Francesco.

Qui ci siamo inizialmente riuniti nel salone, dove abbiamo recitato le preghiere iniziali e ai bambini è stato dato un sasso,simbolo del peccato, mentre a noi adolescenti ci è stato dato un bicchiere contenente della terra e un seme simbolo del nostro cuore, dopodiché ci siamo divisi in più gruppi.

Quindi abbiamo meditato sulla parabola del seminatore, e abbiamo riflettuto sul fatto che molte volte il nostro cuore non è sempre ben arato ma è pieno di sassi e di rovi che ci impediscono di far portare a buon frutto il seme della Parola di Dio, mentre i bambini più piccoli hanno rivestito con la carta argentata i sassi, simbolo della grazia di Dio, Egli infatti trasforma in gioiello ciò che prima era un limite. Successivamente dopo aver fatto merenda tutti noi ragazzi ci siamo riuniti nel salone, dove a turno le catechiste hanno spiegato il significato di alcuni attrezzi che servono per dissodare il terreno del nostro cuore e farlo diventare terra fertile.

Dopodiché noi ragazzi più grandi siamo risaliti nella nostra classe dove dopo aver piantato nel terreno il seme, su un foglietto di carta, abbiamo scritto l’ostacolo che ci impedisce di fare la volontà di Dio e dopo averlo spezzato in più parti abbiamo messo qualche pezzettino nel nostro terreno e  qualche pezzettino nel terreno degli altri,poiché molte volte il nostro peccato è di ostacolo anche agli altri.

Quindi, ci siamo di nuovo riuniti nel salone,questa volta tutti i gruppi, compreso quello dei genitori, dove abbiamo scambiato le nostre riflessioni.

Successivamente dopo aver pranzato ed esserci divertiti un po’,e aver partecipato alla messa, ci siamo salutati e ce ne siamo andati, con la consapevolezza che dobbiamo vegliare sul nostro cuore, affinché le erbacce, non soffochino lo Spirito di Dio che abita in noi.


Stampa

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies